FORGOT YOUR DETAILS?



MARPET
ERBE & SALUTE

“GARANTIAMO A CANI E GATTI UN'ALIMENTAZIONE SANA E COMPLETA.”

CARCIOFO

Da sempre utilizzato per proteggere la funzionalità epatica e stimolare la secrezione di bile, il Carciofo è molto utile anche nel cane e nel gatto per migliorare la digestione. Difatti viene spesso utilizzato in umana nell’industria dei liquori aromatici proprio per le sue qualità di stimolare l’appetito e migliorare la funzionalità di stomaco e intestino. Alcuni studi dimostrano che è utile anche per abbassare il colesterolo e i trigliceridi, contribuendo ad una migliore forma fisica del cane e del gatto con un minor rischio cardio vascolare. Il carciofo ha inoltre azione diuretica, disintossicante e lassativa.

CARDO MARIANO

La silimarina, estratta dai piccoli frutti (detti acheni) della sommità del cardo mariano, è uno dei composti più conosciuti e utilizzati come epatoprotettivo e come rigenerante delle cellule epatiche in corso di cirrosi e intossicazioni del fegato, ma anche come antidoto in caso di avvelenamento da funghi. In virtù delle sue qualità antiossidanti il cardo mariano ha anche azione protettiva sul rene, e antinfiammatoria.

ROSMARINO

L’estratto secco delle foglie di questo arbusto cespuglioso ha elevate capacità di proteggere l’organismo dagli effetti deleteri dei radicali liberi, nonché proprietà di rigenerazione epatica; l’olio essenziale estratto dalla pianta è utile come antireumatico, antimicrobico, come mucolitico per affezioni delle vie respiratorie e come antispasmodico in corso di meteorismo e coliche intestinali.

ELEUTEROCOCCO

L’Eleutherococcus Senticosus, noto anche con il nome di Ginseng Siberiano, è una pianta largamente utilizzata nella Medicina Tradizionale Cinese come rinvigorente e ringiovanente. In effetti la radice di questa pianta ha importanti proprietà adattogene, fortificando l’organismo sia da un punto di vista fisico che psichico, specialmente in situazioni stressanti. Inoltre ha la capacità di modulare il sistema immunitario, aiutando in corso di convalescenza e al tempo stesso migliorando le condizioni allergiche.

EQUISETO

La polvere ottenuta dal suo frutto è ricchissima in silicio, minerale fondamentale per la salute delle ossa, della cute, delle unghie e per la sintesi di collagene, per questo è molto utilizzato nell’industria cosmetica. E’ un potente rimineralizzante, ed è un ottimo aiuto nelle patologie degenerative e post-traumatiche delle ossa, in virtù anche delle sue proprietà antidolorifiche. Ha elevate proprietà diuretiche, ed è utilizzato per ridurre gli edemi. L’uso nell’alimentazione del cucciolo favorisce un corretto sviluppo dell’apparato muscolo-scheletrico.

INULINA DI CICORIA

L’inulina, estratta prevalentemente dalla Cicoria, è un fibra solubile composta da una lunga catena di fruttosio; nonostante sia indigeribile per l’uomo e per gli animali domestici carnivori, risulta essere un’importante fonte di energia e nutrimento per i batteri “benefici” intestinali, e per questo viene definita un “prebiotico”. L’azione positiva che ha sui batteri residenti del colon migliora la qualità delle feci, l’assorbimento dei minerali, contribuisce a mantenere sotto controllo glicemia e colesterolo e protegge la mucosa intestinale da patologie cancerose.

FAVINO (vicia faba var. Minor), FAVA E PISELLO

Rappresentano un’interessante fonte energetica grazie al loro elevato contenuto proteico (25-32% del peso secco), associato ad un buon contenuto di amidi e ad un discreto contenuto in acidi grassi polinsaturi. Per queste proprietà le leguminose da granella rappresentano una valida alternativa a fonti proteiche tradizionali permettendo al contempo di ridurre drasticamente la presenza di cereali nelle crocchette.

SEMI DI LINO

In virtù dell’elevato tenore proteico e lipidico, ma soprattutto di quello in acidi grassi polinsaturi, i semi di lino rappresentano delle preziose fonti antiossidanti. In particolare, i semi oleosi del lino contengono l’acido alfa-linolenico (ALA) in elevate quantità, seguito dall’acido linoleico e l’acido oleico. Il seme di lino rappresenta quindi un’importante fonte di acidi grassi omega 3 nell’alimentazione i quali mantengono un corretto equilibrio cutaneo e preservano le funzioni celebrali dei nostri cani e gatti.

ALGHE MARINE

sono un alimento particolarmente ricco di minerali, vitamine e amminoacidi di facile assimilazione. Apportano una grande quantità di sali di iodio, calcio, zolfo, potassio, sodio, fosforo, ferro e di magnesio, essenziali per i processi biologici di accrescimento, biosintesi e metabolismo. In virtù degli amminoacidi essenziali e delle sostanze antiossidanti in esse contenuti hanno un’eccellente azione su pelle e pelo, rendendo il manto più lucido, pigmentato e folto e contribuendo alla risoluzione di problemi dermatologici.

YUCCA SCHIDIGERA

Il suo impiego nella dieta può migliorare la flora microbica intestinale, e dunque la capacità digestiva, nonché ridurre la quantità di composti azotati volatili nelle feci, responsabili dei cattivi odori.

RADICE DI TARASSACO

Largamente utilizzata in fitoterapia per la sua azione positiva su fegato e cistifellea, in quanto stimola la produzione di bile e anche la sua secrezione. Per questo motivo, e anche per l’alto contenuto di inulina, è utile per migliorare la funzionalità digestiva e mantenere in equilibrio la flora microbica intestinale.
Possiede anche effetti antiossidanti, epatoprottettivi e aiuta a controllare i livelli di grassi nel sangue, rendendolo un valido aiuto in corso di sindromi metaboliche e diete dimagranti; inoltre ha effetti diuretici, drenanti e depurativi.

MIRTILLO NERO (vaccinium mirtyllus)

E’ una delle principali fonti di antocianine, potenti antiossidanti che conferiscono alle bacche il colore blu-nero, e di tannini, che contribuiscono al riequilibrio della flora microbica intestinale e che svolgono anche azione astringente in corso di diarrea e malattie croniche intestinali. Svolge inoltre azione positiva sul microcircolo arterioso, risultando utile nelle patologie vascolari e nei disturbi degenerativi a carico della retina dell’occhio.

MIRTILLO ROSSO (Cranberry)

Ricco in vitamina C, viene impiegato principalmente in fitoterapia per prevenire l’insorgenza di cistiti. Sembra infatti che impedisca attraverso le sue proantocianidine l’adesività di batteri patogeni alle mucose delle vie urinarie. Sembra che abbia un’attività simile anche nei confronti dei batteri responsabili della placca batterica. Ricco di antiossidanti, ha azione protettiva sul sistema cardiaco e vascolare.

MELOGRANO

Conosciuto già dai greci per le sue molteplici proprietà, è oggi considerato un valido aiuto per contrastare lo stress ossidativo e prevenire alcune importanti patologie come l’ipercolesterolemia, l’arteriosclerosi e altre malattie cardiovascolari. Contiene sostanze ad attività antitumorale e un tannino, l’acido ellagico, con proprietà antiossidanti ed astringenti, utile in caso anche di diarrea.

MELISSA

Agisce come sedativo contro l’ansia e l’irrequietezza. Ha effetti benefici anche in patologie dispeptiche gastroenteriche grazie alla sua azione spasmolitica. Possiede inoltre attività antivirale.

BOSWELLIA SERRATA

Gli acidi boswellici hanno manifestato capacità di bloccare la migrazione dei leucociti, attraverso l’inibizione della produzione o del rilascio di fattori chemotattici in grado di richiamarli verso il luogo dell’infiammazione. L’attività stessa dell’elastasi, enzima proteolitico che si è dimostrato responsabile della distruzione del collagene e dei tessuti che sono coinvolti nel processo infiammatorio, vengono inibite dagli acidi boswellici con una globale prevenzione nella degenerazione articolari.

SPIREA ULMARIA

Contiene principalmente acido salicilico e suoi derivati, flavonoidi, tannini, mucillagini, sali minerali e vitamina C. I derivati dell’acido salicilico possiedono effetti disinfiammanti e lenitivi, grazie alla loro capacità di inibire l’enzima ciclossigenasi, responsabile della trasformazione dell’acido arachidonico in prostaglandine.

ARTIGLIO DEL DIAVOLO

L’elevato contenuto di Arpagosidi conferisce attività anti-infiammatoria e anti-reumatica paragonabile agli antinfiammatori di sintesi, con ridotta presenza di effetti collaterali. Contribuisce a migliorare la mobilità articolare e riduce il dolore articolare.

RIBES NERO

Stimola le ghiandole surrenali a produrre Cortisolo, un cortisone endogeno che aiuta l’organismo a reagire alle infiammazioni. La sua azione non induce gli effetti collaterali dei cortisonici di sintesi. Inoltre contiene vitamina A, vitamina C, potassio, ferro, acidi grassi, vitamine del gruppo B e di calcio; possiede un alto contenuto di antocianine, antiossidanti fenolici e flavonoidi.

VALERIANA

Esercita un’azione sedativa e calmante agendo delicatamente sul sistema nervoso centrale.
Ha un’attività tranquillante perché abbassa la soglia dell’aggressività.

“Bibliografia”

Abenavoli, Ludovico, et al. “Milk thistle in liver diseases: past, present, future.” Phytotherapy Research 24.10 (2010): 1423-1432.
Küçükgergin, Canan, et al. “Effect of artichoke leaf extract on hepatic and cardiac oxidative stress in rats fed on high cholesterol diet.” Biological trace element research 135.1-3 (2010): 264-274.
Davydov, Marina, and A. D. Krikorian. “Eleutherococcus senticosus (Rupr. & Maxim.) Maxim.(Araliaceae) as an adaptogen: a closer look.” Journal of Ethnopharmacology 72.3 (2000): 345-393.
Glatthaar-Saalmüller, Bernadette, Fritz Sacher, and Anke Esperester. “Antiviral activity of an extract derived from roots of Eleutherococcus senticosus.” Antiviral research 50.3 (2001): 223-228.
Badole, Smita, and Swati Kotwal. “Equisetum arvense: Ethanopharmacological and phytochemical review with reference to osteoporosis.” International journal of pharmaceutical science and health care 1.4 (2014).
Offord, Elizabeth A., et al. "Mechanisms involved in the chemoprotective effects of rosemary extract studied in human liver and bronchial cells." Cancer Letters 114.1-2 (1997): 275-281.
Menne, Evelyne, and Nicolas Guggenbuhl. "Fn-type chicory inulin hydrolysate has a prebiotic effect in humans." The Journal of nutrition 130.5 (2000): 1197-1199.
Kouba, Maryline, and Jacques Mourot. "A review of nutritional effects on fat composition of animal products with special emphasis on n-3 polyunsaturated fatty acids." Biochimie 93.1 (2011): 13-17.
Schütz, Katrin, Reinhold Carle, and Andreas Schieber. "Taraxacum—a review on its phytochemical and pharmacological profile." Journal of ethnopharmacology 107.3 (2006): 313-323.
Davaatseren, Munkhtugs, et al. "Taraxacum official (dandelion) leaf extract alleviates high-fat diet-induced nonalcoholic fatty liver." Food and chemical toxicology 58 (2013):
Russell, Wendy R., et al. "Availability of blueberry phenolics for microbial metabolism in the colon and the potential inflammatory implications." Molecular nutrition & food research 51.6 (2007): 726-731.
Schantz, Markus, et al. "Antioxidative efficiency of an anthocyanin rich bilberry extract in the human colon tumor cell lines Caco-2 and HT-29." Journal of berry research 1.1 (2010): 25-33.
Jepson, Ruth G., and Jonathan C. Craig. "A systematic review of the evidence for cranberries and blueberries in UTI prevention." Molecular nutrition & food research 51.6 (2007): 738-745.
Lavigne, Jean-Philippe, et al. "Cranberry (Vaccinium macrocarpon) and urinary tract infections: study model and review of literature." Pathologie-biologie 55.8-9 (2007): 460-464.
Jurenka, Julie. "Therapeutic applications of pomegranate (Punica granatum L.): a review." Alternative medicine review 13.2 (2008): 128.
Ismail, Tariq, Piero Sestili, and Saeed Akhtar. "Pomegranate peel and fruit extracts: a review of potential anti-inflammatory and anti-infective effects." Journal of Ethnopharmacology 143.2 (2012): 397-405.

TOP